Dopo Francesco
Quando il Messia ebraico, il Mashiach arriverà!

Acquistate l'ebook con Paypal: decidete voi il prezzo!
Email telefonoantiplagio@gmail.com - Pagina facebook

Non avete Paypal? Proponete un'altra forma di pagamento, scrivendo alla stessa email.
Se preferite il libro in formato cartaceo, acquistatelo qui.

   

© edizioni Nomen Omen - by Giovanni Panunzio, 27/05/2016 (284 pagg.)

__________________________________________________________

Nel 2026 un sedicente Messia nato a Gerusalemme, ma vissuto all'estero per studiare exoterismo e numerologia, torna in patria: qui afferma di essere il Mashiach degli ebrei. Si chiama Dani'èl, stesso nome dell'autore dei "Supplementi" biblici. Il suo proposito è smascherare i trucchi dei Messia che l'hanno preceduto: per tale motivo tenteranno di ucciderlo. La prova dei loro inganni è la sindrome dell'estasi, malattia che colpisce i visitatori di luoghi sacri. Dani'èl però sembra un illusionista, perché gli effetti che svela sono spettacolari. Un altro suo intento è avvicinare l'ebraismo al cristianesimo, grazie al nuovo corso dei Papi Francesco II e Antonio I, per un unico Messia. Ma gli eventi prendono una piega inattesa quando le indagini di una professoressa, di uno studente e della polizia israeliana Yamàn diventano incalzanti, trasformando la vicenda in un thriller di fantareligione. La consacrazione del Mashiach riserverà a tutti, lettori compresi, una sorpresa da brividi!

__________________________________________________________

Giovanni Panunzio è nato nel 1957 a Senigallia, nelle Marche, ma è sardo d'adozione: vive a Cagliari. Dal 1985 insegna Religione negli istituti superiori. Per 10 anni è stato giornalista pubblicista. Dopo alcuni viaggi di studio e piacere - in Costa d'Avorio, Brasile e Israele, dove è venuto a conoscenza della sindrome di Gerusalemme - ha conseguito il Magistero in Scienze Religiose e fondato Telefono Antiplagio (1994), comitato di volontariato in difesa delle vittime di ciarlatani e santoni e contro gli abusi nelle telecomunicazioni e nei confronti dei minori, che ha portato all'apertura di numerose indagini sugli operatori dell'occulto. Ha scritto: Sardalia culinaria, opera umoristica giovanile (Leoni Editore - 1981). Il segreto del golfo di Cagliari, ammonimento sui pericoli dello spiritismo (ed. Sardegna inedita - 1989). Il cambiamento fu un libro (pubblicato nei Racconti del Mistero, ed. Rai/Eri - 1998). Nel 1996 ha realizzato, insieme all'illusionista Alfredo Barrago, l'audiovisivo I Maghi, dedicato a Telefono Antiplagio e pubblicato dalle Edizioni San Paolo. Nel 2002 è stato selezionato dallo scrittore Stefano Lorenzetto per il volume Italiani per bene - 25 storie esemplari (Marsilio Editori). Nel 2006 ha scritto la favola Tommy granello di senape (ed. Antiplagio), dedicata al piccolo Tommaso Onofri, contro i medium che hanno speculato sul suo rapimento. È stato intervistato dai principali quotidiani e periodici ed è intervenuto in molte trasmissioni radio e tv, ma non al Costanzo Show che ha rifiutato più volte per i motivi spiegati nel suo libro Media e medium, il business dell'occultismo in Italia (ed. Antiplagio - 2006). Nel 2008 ha ispirato il saggio Cartomanzia, cristallomanzia e altre manzie (1° manuale di scemenze occulte), scritto da un volontario di Telefono Antiplagio. Il 1° gennaio 2009 ha trasformato Telefono Antiplagio in Osservatorio Antiplagio, comitato di vigilanza sulla tv e sui media. Ancora nel 2009 ha denunciato i trentennali rapporti economici tra Silvio Berlusconi e la Chiesa cattolica nel libro Ciarpame senza pudore, l'untore del Signore (ed. Sozza Italia). Si definisce studioso di scienze exoteriche - con la x vuol dire "rivolte a tutte" - in quanto, dopo aver incontrato e intervistato maghi e guru, sentito le loro vittime, studiato scienze religiose e ricercato tutti i passi biblici su divinazione, esoterismo e spiritismo, si è persuaso che: a) Il mondo dell’occulto, la superstizione, il fanatismo sono illusori, pericolosi e molto meno arcani e misteriosi di quanto sostengano ipocritamente i loro finanziatori/fiancheggiatori, compresi i "media" che li pubblicizzano. b) Il condizionamento mentale è l'arma e l'attività principale di santoni e leaders spirituali. c) La confusione tra fede e superstizione è il punto debole per eccellenza delle vittime dei ciarlatani. La Chiesa fa poco o nulla per evitare questo disordine, questo smarrimento.